TARI: il nuovo metodo Mtr-2

TARI: il nuovo metodo Mtr-2

Per il periodo di regolarizzazione tariffaria 2022-2025 Arera ha deliberato il Mtr-2 il quale agirà, oltre allo spazzamento, la raccolta e il trasporto, sul trattamento dei rifiuti valorizzando il recupero e il riciclo, a discapito quindi delle discariche.

Concluso così il procedimento di definizione del nuovo metodo tariffario, i comuni e i gestori del servizio a partire dal 2022 dovranno attenersi alle nuove disposizioni per la redazione dei piani finanziari utili alla definizione delle tariffe.

Il nuovo Metodo tariffario amplia decisamente il perimetro di controllo regolando le tariffe di accesso agli impianti di trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti urbani, valorizzando il ricorso ad impianti di trattamento che valorizzino i rifiuti e penalizzando decisamente il conferimento in discarica.

Non solo, il nuovo metodo include variabili di calcolo che tengono conto dei più recenti elementi normativi europei e nazionali, che hanno modificato la classificazione dei rifiuti e gli obiettivi ambientali secondo il principio “chi inquina paga”. Ultimo ma non meno importante, il nuovo Mtr-2 prevede una semplificazione procedurale per l’aggiornamento del PEF ferma restando la possibilità di intervenire in qualsiasi momento qualora necessario. Il nuovo metodo, con l’introduzione della regolazione degli impianti, diventa così uno strumento flessibile che permette di fornire agli utenti una serie di servizi adeguati a costi sostenibili.