ICI: il gestore autostradale paga l’Ici sui terreni fuori dalla “fascia di rispetto”

ICI: il gestore autostradale paga l’Ici sui terreni fuori dalla “fascia di rispetto”

I Giudici della Cassazione hanno stabilito, con l’ordinanza n. 18633 dell’11 luglio 2019, che i terreni del gestore di una società autostradale devono versare l’ICI per la parte eccedente la “fascia di rispetto” dichiarata edificabile dallo strumento urbanistico comunale. Il Comune di Reggio Emilia è ricorso per Cassazione contro la sentenza della Ctr dell’Emilia Romagna con la quale era stato dichiarato illegittimo l’avviso di accertamento notificato alla Società di gestione delle autostrade per il versamento dell’imposta comunale sugli immobili relativa al 2008 su terreni gravati da concreti e precisi vincoli di non edificabilità.

La Corte ha definito corretto il comportamento dei Giudici regionali per quanto concerne l’esclusione dal versamento dell’Imposta delle aeree che si trovano nelle fasce di rispetto stradale e autostradale, ma ha erroneamente applicato lo stesso principio per la parte eccedente la “fascia di rispetto” edificabile secondo lo strumento urbanistico comunale.

La Cassazione ha quindi rimandato la questione alla Commissione tributaria regionale per l’accertamento dell’imposta dovuta.