Dichiarazione per esenzione Covid 2020

Dichiarazione per esenzione Covid 2020

Le Finanze, in risposta ad alcuni quesiti, hanno precisato che in riferimento alle esenzioni Covid fruite nel corso del 2020, viene confermato l’obbligo dichiarativo in scadenza a fine giugno. L’obbligo dichiarativo deve essere infatti sempre osservato se riguarda dati che non sono nella disponibilità dei comuni. Tuttavia, non emerge dalla risposta se la mancata presentazione comporti la perdita dell’agevolazione. In assenza di chiarimenti, pare potersi affermare che, in caso di inadempimento del contribuente, potrà essere al massimo irrogata la sanzione fissa di 50 euro senza che venga meno il diritto all’esenzione (a questo proposito si veda anche la riforma introdotta con la legge di bilancio 2020; la L. 160/19 non prevede infatti decadenza dall’agevolazione nel caso di mancata presentazione della dichiarazione, salvo che per i casi riguardanti l’inagibilità dei fabbricati).

Per quanto invece concerne le esenzioni degli enti non commerciali invece, così come previsto dal comma 770 dell’art. 1 della legge 160/2019, la dichiarazione deve essere presentata ogni anno.