ICI: SDG soggetto passivo per il bene acquistato nell’interesse del fondo

ICI: SDG soggetto passivo per il bene acquistato nell’interesse del fondo

L’ordinanza della Cassazione n. 29888/2020 ha stabilito che il soggetto passivo Ici nel caso di un immobile acquistato nell’interesse di un fondo comune di investimento è la società di gestione del risparmio (Sgr), promotrice o gestore del fondo stesso. Poiché il fondo di investimento è privo di un’autonoma soggettività giuridica, ma costituisce un patrimonio separato della società che lo ha istituito o che lo gestisce, l’immobile acquistato deve essere intestato a quest’ultima che ne ha la titolarità formale.

La controversia trae origine dall’emissione di un avviso di accertamento nei confronti di una società con la motivazione che la stessa fosse il soggetto passivo Ici, anziché mera società di gestione del risparmio, piuttosto che nei confronti del fondo immobiliare da essa gestito. La Cassazione è intervenuta per stabilire se sia possibile configurare un’autonoma soggettività giuridica del fondo di investimento o se questo costituisca un patrimonio separato della società che lo ha istituito e che lo gestisce.

Il Dlgs 58/1998 definisce il fondo come “il patrimonio autonomo, suddiviso in quote, di pertinenza di una pluralità di partecipanti, istituito e gestito da un gestore”. Ciascun fondo comune “costituisce patrimonio autonomo, distinto a tutti gli effetti dal patrimonio della società di gestione del risparmio e da quello di ciascun partecipante, nonché da ogni altro patrimonio gestito dalla medesima società”. Alle Sgr è riservata la gestione del patrimonio dei fondi che possono assumere tanto la veste di “società promotrice”, quanto quella di “gestore”.

Il gestore è chiamato a rispondere del proprio operato direttamente nei confronti dei partecipanti al fondo, e non nei confronti del fondo medesimo, perché altrimenti il legislatore avrebbe dovuto attribuirgli una soggettività sua propria. Il fondo, quindi, non può essere configurato come autonomo soggetto di diritto in ragione dell’assenza di una struttura organizzativa minima, di rilevanza anche esterna. Questo il motivo per il quale viene imposto alla società di gestione di eseguire tutti gli adempimenti fiscali, compreso il pagamento dell’Ici sugli immobili acquistati nell’interesse del fondo comune di investimento.