IMU immobili merce: la locazione temporanea fa venir meno il diritto all’esenzione

IMU immobili merce: la locazione temporanea fa venir meno il diritto all’esenzione

La Commissione tributaria provinciale di Rieti attraverso la sentenza n.71/2018 ha stabilito che “la locazione anche temporanea dei fabbricati costruiti per essere destinati alla vendita fa venir meno la loro esenzione dall’Imu”. L’art. 2, comma 1, del Dl 102/2013 aveva introdotto l’esenzione dall’IMU (gli stessi immobili sono invece assoggettabili alla Tasi) dei cosiddetti “fabbricati merce” ovvero quei fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati, relativamente alla seconda rata del 2013 (in seguito estesa anche agli anni successivi). Le condizioni per godere dell’agevolazione erano state individuate come segue:

  • Il fabbricato deve essere posseduto dal soggetto costruttore;
  • Il fabbricato deve essere destinato alla vendita;
  • Il fabbricato non deve essere locato.

Per quanto concerne la prima condizione il Mef ha chiarito che rientrano nei fabbricati costruiti anche i fabbricati che sono stati oggetto di interventi di demolizione e ricostruzione ovvero di ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo (Rm n. 11/2013). In merito al caso riguardante la locazione va certamente ricordato come il Mef, in occasione di Telefisco 2014, ebbe modo di chiarire che, anche di fronte ad una locazione temporanea, il fabbricato perdeva la possibilità di concorrere per sempre all’esenzione.  E’ la norma stessa a determinarlo non ammettendo interruzione al concetto del “destinati alla vendita” e “che non siano in ogni caso locati”. Questo è ciò che hanno evidenziati i Giudici della Ctp ovvero che anche in caso di temporanea locazione, si verifica l’interruzione dalla destinazione di vendita ponendo il fabbricato stesso in antitesi con il concetto “che non sono in ogni caso locati”.

Ha fatto discutere il caso del comodato poiché la norma stessa non lo esclude in maniera chiara come invece accaduto in altre occasioni. Inoltre, la destinazione temporanea del fabbricato al comodato, risulta compatibile con il permanere della destinazione alla vendita.

Per i cosiddetti “immobili merce” vale la pena ricordare che, per ottenere le agevolazioni previste, si rende necessaria la presentazione della dichiarazione IMU nei termini ordinari, utilizzando il modello ministeriale, in cui il contribuente attesta la sussistenza delle condizioni necessarie per la sua fruizione e indica gli estremi catastali degli immobili coinvolti, a pena di decadenza dal beneficio.