Legge di Bilancio 2020 – novità sugli altri tributi locali

Legge di Bilancio 2020 – novità sugli altri tributi locali

Di seguito, in breve, alcune novità portate dall’approvazione del DL 124 del 26 ottobre 2019.

Imposta di soggiorno:

  • Possibilità di aumento dell’imposta fino all’importo massimo di 10 euro a notte. Il decreto, all’articolo 46, fissa la possibilità di deroga della tariffa massima per i Comuni capoluogo di provincia che, in base all’ultima rilevazione Istat, hanno registrato presenze turistiche in numero venti volte superiore a quello dei residenti.

Tari:

  • l’articolo 57-bis del decreto fiscale fissa al 30 aprile 2020 la scadenza per l’approvazione delle tariffe e dei regolamenti della Tari e della tariffa corrispettiva. La proroga, disposta solo per il 2020, è motivata dalla necessità di acquisire il piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, da redigere nel rispetto delle nuove disposizioni approvate da Arera con la deliberazione n. 443/2019. La medesima disposizione si applica anche in caso di esigenze di modifica a provvedimenti già deliberati.

L’articolo 10-bis del DL 124/2019 amplia poi l’ambito applicativo del ravvedimento operoso, estendendo ai tributi locali alcune disposizioni sanzionatorie che prima erano riservate solo ai tributi amministrati dall’Agenzia delle entrate, ai tributi doganali e alle accise amministrati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.